piante aromatiche

Le piante aromatiche sono belle da vedere, profumate da sentire e buone da mangiare: creare un angolo aromatico nel tuo giardino può diventare facile, divertente e persino coreografico! L’importante è avere bene chiaro quali piante sono più adatte al tuo spazio verde, quando è meglio piantarle e come prendersene cura.

Quali piante aromatiche scegliere

Se hai a disposizione di ampi spazi, puoi sbizzarrirti e sfruttare gli effetti coreografici di alcune piante aromatiche per arredare gli angoli del tuo giardino:

  • la lavanda può essere utilizzata per bordare i viali
  • il rosmarino può diventare un’ottima siepe resistente al vento e al salmastro
  • il timo può trasformarsi in un ottimo limite per delle piccole aiuole
  • l’alloro può essere utilizzato per creare una zona d’ombra sotto cui rilassarti

Al contrario, puoi scegliere di ottimizzare gli spazi a disposizione e creare un’aiuola aromatica. In tal caso è importante:

  • scegliere una zona del giardino con un’ottima esposizione al sole
  • ordinare le piante in base alla loro stagionalità (perenni, biennali e annuali)
  • seminarle o trapiantarle nel periodo migliore e aver cura di innaffiarle sempre dopo il tramonto

La necessità di acqua varia in base al tipo di pianta aromatica:

  • basilico, prezzemolo, erba cipollina e coriandolo sono piante che richiedono bagnature costanti;
  • rosmarino, origano, maggiorana e salvia sono piante che resistono bene al caldo e prediligono ambienti più asciutti;
  • aneto, menta e melissa infine sopportano bene anche una parziale ombra.

E poi ci sono piante aromatiche che sono un ottimo repellente naturale per le zanzare come il rosmarino, la menta, la lavanda e il basilico!

Quando piantare le piante aromatiche

Le piante aromatiche possono essere sia seminate sia trapiantate: la scelta è legata al tempo e all’esperienza di chi si avvicina a svolgere questo compito.

Il periodo migliore per farlo è la primavera: i mesi iniziali sono i migliori – marzo, aprile e maggio -in cui svanisce il fantasma del gelo e il caldo torrido è ancora un lontano miraggio.

Come coltivare le piante aromatiche

Le piante aromatiche hanno bisogno di un’ottima esposizione al sole (almeno 4-6 ore di luce al giorno): una volta individuato lo spazio più adatto e posizionate le piante nell’ordine prestabilito dal tuo progetto aromatico, devi ricordarti di innaffiarle periodicamente in base alle loro esigenze, preferibilmente sempre di sera, dopo il tramonto e cercando di non bagnare troppo le foglie.

Tutto questo parlare di piante aromatiche ti solletica le narici e magari ti ha fatto anche venire l’acquolina in bocca, ma hai paura che il tuo pollice nero in giardino possa mandare in fumo tutto?

Affidati all’esperienza di Giambenini: mettiamo sul piatto 5 generazioni di progettazione, realizzazione e manutenzione di giardini.

Contattaci subito!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *