potatura alberi giardino

Tra le attività di manutenzione del tuo giardino, la potatura è una delle più delicate e non può essere affidata all’improvvisazione. Potare per migliorare lo sviluppo del verde vuol dire saper riconoscere i tempi giusti per ogni pianta e applicare le tecniche più adatte alla loro fase di vita. Ecco perché affidarsi ad un esperto è sempre la scelta più sicura.

I tempi della potatura

Perché potare? Gli obiettivi possono essere più di uno, l’importante è avere bene in mente il progetto di sviluppo del tuo giardino.

  • Aumentare la fioritura?
  • Accelerare la fase di allevamento?
  • Evitare l’alternanza della fruttificazione?
  • Facilitare la meccanizzazione delle operazioni di raccolto?

La potatura è un’attività di manutenzione che interviene a migliorare e/o accelerare lo sviluppo del verde: più grande è il giardino più tempo e impegno dovrai dedicare alla sua programmazione.

I tempi della potatura di solito coincidono con il riposo vegetativo della pianta, un periodo che va dall’autunno alla primavera, ma esiste anche una potatura definita “verde”, che si svolge dalla primavera all’estate per alleggerire le piante più rigogliose dalla vegetazione superflua.

Potatura ordinaria e potatura straordinaria: quali differenze?

Come ogni attività di manutenzione del giardino, anche per la potatura ci sono interventi ordinari che rientrano nella gestione naturale dello sviluppo del verde e interventi straordinari che vengono applicati per rimediare a traumi o a situazioni pericolose per il transito delle persone.

La potatura è una costante nella vita delle piante:

  • la potatura di trapianto è una potatura contenuta che si effettua nel periodo di permanenza in vivaio, solo se il sistema radicale è già ben sviluppato e preferibilmente solo per piante in zolla e non a radice nuda;
  • la potatura di allevamento è quella che segue le fasi di formazione (2-3anni) e sviluppo (7-8anni) dei primi 10 anni dalla messa a dimora della pianta;
  • la potatura di mantenimento è quella che, in condizioni di normalità, si pratica con turni di 5-7 anni, ma in caso di forme obbligate si ripete a cadenza annuale o biennale;
  • la potatura a tutta cima è un tipo di potatura che pur alleggerendo la chioma ne rispetta l’integrità e nel complesso la funzionalità fisiologica e l’aspetto estetico dell’albero.

Ci sono situazioni in cui la crescita degli alberi rischia di ostacolare fabbricati o transiti: in questi casi è necessario intervenire con tipologie straordinarie di potatura (contenimento, risanamento o ringiovanimento) per mettere in sicurezza gli spazi.

Ecco perché la potatura delle piante e in generale la manutenzione del giardino è un lavoro da professionisti.
Con Giambenini hai a tua disposizione l’esperienza di 5 generazioni nella progettazione e manutenzione del verdecontattaci per un preventivo e scegli un servizio professionale e qualificato per il tuo giardino, che si tratti di ambienti privati o di spazi verdi aziendali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *