giardino esotico

Il giardino è un luogo personale che deve rispecchiare il mood della casa e il tuo modo di essere. Ogni angolo verde è unico e diverso dagli altri, soprattutto se sei tu, con l’aiuto di un esperto, a progettarlo e a renderlo su misura.

Se sei alla ricerca di un’ispirazione diversa per la progettazione del tuo giardino, perché non provi a realizzare un angolo di verde esotico? Le piante grasse e i fiori di origini orientali sanno essere molto affascinanti se sapientemente disposti tra pietre, ghiaia e sabbia. Senza contare che un giardino esotico è perfetto per l’estate e le temperature calde e umide, mentre le piante grasse sono l’ideale vicino alla piscina perché non sporcano.

La cura del verde è un’arte, nonché un passatempo creativo e rilassante che ti fa ritrovare il piacere di stare con te stesso a contatto con la natura. Ecco qualche consiglio pratico per trasformare il tuo giardino con un tocco esotico:

Il terreno: suggerimenti utili

Si parte da qui per la realizzazione di qualsiasi area verde. Ogni pianta ha un terreno prediletto e, se vuoi vedere crescere rigoglioso il tuo giardino, devi tenerne conto. Le piante grasse hanno bisogno di un terreno molto drenante, il ristagno d’acqua è il loro peggiore nemico perché fa marcire le radici. Quindi, per i cactus, il suolo dovrà essere sabbioso e ricco di sali minerali, invece, per le piante esotiche da fiore meglio un terriccio di composizione organica.

Quali piante scegliere?

Ci sono diverse specie esotiche che si adattano bene anche ai climi temperati, l’importante è tenere presenti alcuni aspetti essenziali per la salute della pianta, come la tipologia di terreno o l’esposizione. Quando progetti il giardino considera anche:

  • La posizione: scegli con cura specie e colori in modo da creare un insieme armonico e di impatto.
  • L’esposizione: ci sono piante che hanno bisogno di più sole, altre che preferiscono l’ombra.
  • Lo sviluppo della pianta: ci sono alberi che hanno una crescita molto veloce ed estesa, altri molto frondosi che non vanno piantati vicino alla piscina.

Tra le specie che crescono meglio nei climi temperati come il nostro e che regalano bellissime fioriture, ci sono la Protea, l’Hybiscus Syriacus, la Sterlizia e la Calla. Mentre tra le piante esotiche più comuni puoi trovare: la Palma Nana, il Banano Nano, diversi tipi di felci, molte piante rampicanti come la Solandra, la Quinata e la Passiflora. Una pianta originale e dalla fioritura delicata è il Papiro, e poi ci sono tutte le varietà di cactus e piante grasse che attecchiscono facilmente.

Il tocco in più

Il giardino è un ambiente composto da più elementi che devono integrarsi tra loro in modo da formare un quadro unico. Per aiutarti nella fase di progettazione, può essere utile dividere lo spazio e organizzare i singoli angoli legandoli con un fil rouge. Il fil rouge è una nota di fondo, un qualcosa che lega tutte le parti, potrebbe essere, ad esempio, un sentiero di pietre naturali che si snoda in mezzo al verde

Per aggiungere movimento puoi inserire angoli di sabbia, ghiaia, assi di legno, ciottoli che contribuiscono a dare forma all’ambiente. Se ami i luoghi esotici, puoi realizzare un ingresso a spiaggia per entrare in piscina e circondarlo di palme. Oppure, se hai un laghetto artificiale, puoi pensare ad un giardino zen. Le possibilità sono molte, anche se, per chi non è pratico, non è facile progettare uno spazio verde. La cosa migliore è sempre affidarsi alle mani di un esperto che sa ascoltare la tua idea e renderla possibile attraverso le sue conoscenze, trasformando così il giardino di casa tua in un luogo davvero speciale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *