L’ultimo bagno della stagione estiva per te che hai una piscina, significa una sola cosa: iniziare a preparare la piscina all’inverno.

Nelle fredde giornate invernali guardare la piscina e non potersi fare un bagno è avvilente. Ma attuando al meglio la cura invernale, già dai primi giorni della bella stagione potrai ricominciare a nuotare nella tua piscina senza perdere ulteriore tempo nelle cure straordinarie relative alla riapertura della piscina.

Insomma bisogna essere lungimiranti per far arrivare la tua piscina in perfetta forma alla nuova stagione estiva. Anche quando il clima non permette di godere della propria piscina interrata non bisogna mai trascurarne la manutenzione se la si vuole ritrovarla in primavera in perfetto stato. 

Piscina in inverno

Una corretta manutenzione, soprattutto durante il non utilizzo, ti consegnerà una piscina perfetta ad ogni riapertura. Sono semplici operazioni di manutenzione che vanno programmate sia dai primi giorni d’autunno per proteggere e preservare la struttura e contenere in maniera significativa i costi di riapertura a primavera.

 

Nei freddi mesi invernali le giornate trascorse in acqua sembrano un ricordo sbiadito. Eppure anche quando il clima non permette di godere della propria piscina interrata, esistono delle operazioni di manutenzione che vanno svolte proprio nei mesi freddi per proteggere dalle intemperie la struttura.

La piscina va in letargo: come prepararla

La chiusura della piscina prima dei mesi più freddi è necessaria per garantire la protezione di tutto l’impianto. 

Il momento migliore per attuare le cure invernali per la tua piscina è quando inizia la stagione autunnale, senza aspettare il freddo intenso. 

Benché semplici, le operazioni da svolgere vanno eseguite con cura. Si inizia chiaramente con la pulizia profonda della vasca: sia il fondo che le pareti verranno pulite con i robot pulitori e la superficie con un retino.

Quindi si procederà con il controllo dei valori dell’acqua quali cloro e ph in modo che al momento della chiusura siano ideali, evitando la formazione di alghe e batteri che saranno difficili da rimuovere alla riapertura.

Concluse queste operazioni si potrà procedere alla copertura della vasca con l’apposito telo di copertura. Importante sarà ricordarsi di non svuotare la vasca dall’acqua perché non sarà necessario.

Svernante per piscina: ti aiuta

Oltre ai soliti prodotti per regolare il pH e il cloro, è utile anche aggiungere in vasca anche dello svernante per mantenere l’acqua pulita.

Lo Svernante è il prodotto pensato appositamente per i lunghi periodi di inutilizzo della piscina, come è appunto l’inverno.

La sua funzione è di evitare la formazione di alghe e batteri anche quando non si controllano periodicamente i valori di pH e cloro. Lo svernante va aggiunto all’acqua della piscina dopo aver completato tutti i lavori di pulizia della vasca e dopo 24 ore dall’ultima clorazione.

Dopo l’aggiunta dello svernante è necessario far circolare l’acqua per qualche ora e poi procedere con la copertura con il telo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *